Premium pages left without account:

Petrarca Francesco

Archive
Estimate: €5,000 - €10,000
ca. US$5,614 - US$11,228
Price realised:  n. a.
Lot number 230, Views: 29

Petrarca Francesco Il Petrarcha. (Al colophon:) In Vinegia: nelle case delli eredi d'Aldo Romano, e d'Andrea Asolano, giugno 1533. In-8° (mm 155x94). Carte 183, [45]. Segnatura: a8 b-z8 A-E8 F4. Àncora aldina al titolo e al verso dell'ultima carta. Ottimo esemplare, abilmente rinfrescato. Legatura janseniste in marocchino blu a grana larga, firmata Thibaron-Joly, con àncora aldina impressa in oro al centro dei piatti, titolo al dorso, tagli dorati. 8° (155x94 mm). 183, [45] leaves. Collation: a8 b-z8 A-E8 F4.Aldine anchor on the title page an on last leaf verso. Perfect condition. Janseniste binding in blue morocco, signed Thibaron-Joly, with Aldine anchor gilt and blind tooled in the middle pasteboards; title on spine, gilt edges. La rarissima edizione petrarchesca del 1533, curata direttamente da Paolo Manuzio e dedicata al marchese napoletano Giovanni Bonifacio d'Oria, è la prima uscita dall'officina degli eredi di Aldo dopo la morte, nel 1529, di Andrea Asolano. Il giovane editore veneziano propone una stampa del Canzoniere e dei Trionfi che, pur restando aderente alla tradizione aldina di un testo privo di commento, si rinnova con l'introduzione di un'accentazione sperimentale e, sulla scorta del progetto già dichiarato da Aldo nel 1514, con l'aggiunta di una sintetica esposizione che, nell'anno di pubblicazione del commento del Gesulado, si puo leggere come una precisa presa di posizione a favore di un più contenuto intervento critico sul testo e costituisce una tappa significativa per la storia della fortuna del Petraca. Già nella dedica (c. a2r) si dichiara che si stampa le rime del Petrarca "colla isposizione di tutti i più difficili luoghi". Paolo Manuzio correda quindi il testo con un avviso ai lettori (c. C6r) in cui, dopo aver precisato la volontà di non dilungarsi su questioni già ampiamente toccate in altri commenti nè di correggere errori commessi da precedenti commentatori, affronta una articolata riflessione di ordine linguisticogrammaticale, con lucide precisazioni dedicate ai segni diacritici che contribuiscono, in questa prospettiva, alla corretta intelligenza testo, per giungere poi a redarre una breve esposizione dei luoghi difficili, sul modello di quanto approntato da Aldo stesso per altri testi. Il risultato è un commento agile e moderno, in quanto sancisce la qualità filolgica dell'edizione restando ancorato alla lettura del testo. Renouard, 108.5; Ahmanson-Murphy, 261. Very rare edition of 1533, directly curated by Paolo Manuzio and dedicated to the Neapolitan Marquis Giovanni Bonifacio d'Oria, is the first one from Aldo's printing office after Andrea Asolano's death. The young Venetian editor proposed a version of Canzoniere and dei Trionfi that, despite remaining relevant to the Aldine tradition presenting a text without comments, introduces an experimental accenting and, on Aldo's plan already declared in 1514, adds a brief explanation considerable as a restrained critic intervention, constituting a significant milestone for Petrarca's future fortune. Paolo Manuzio enriches the text with a note for the readers, declaring that he wouldn't dedicate space to corrections and problems already faced, but he deals with a complicated grammatical-linguistic reflection with brilliant clarifications dedicated to diacritical marks. The result is a modern and lively comment, which establishing the philological quality of the edition.

Informations about the auction
Auction house: Libro Philobiblon S.r.l.
Title: Asta 7 | Libri Antichi e Rari, con un'importante collezione di Aldine e di legature rinascimentali
Date of the auction: 22 Jun 2016
Address: Libro Philobiblon S.r.l.
Via Antonio Bertoloni 45
00197 Roma
Italy
[email protected] · +39 06 45555970